2021 – buoni propositi

quest’anno ho deciso di averne.

sono sempre stato contrario alle dichiarazioni di intenti, vuoi le pressioni, vuoi l’illudersi all’inizio e il deludersi alla fine. ne ho fatto a meno volentieri.

mi sono reso conto però che si può cambiare. come e quanto è tutto da vedere ma piccoli, magari significativi, movimenti sono alla portata.

da 3 anni mi alleno, con costanza e impegno, mi sento strano se non lo faccio ma prima di cominciare avrei pagato di tasca mia per non muovere un muscolo e sentirmi a posto con la coscienza.

questa è la dimostrazione immediata, la prova che metto sul banco. io sono quella persona. sono lo stesso individuo che se trova una ragione, una soddisfazione, un perché può fare.

PRIORITA

il segreto è nel concetto di priorità. non dipende solo dal possibile ma anche – e in alcuni casi di più – da quanto è importante, vitale, essenziale.

siamo convinti che la nostra giornata sia piena, strapiena. se guardiamo attentamente ai dati però potrebbe venire fuori una realtà leggermente diversa, ovvero una sequenza codificata (routine) di quello che ci va bene ci sia.

mi sono ripromesso di trovare del tempo da prioritizzare iniziando dal cambiare un numero, quello che ho estrapolato andando nelle impostazioni dello smartphone alla voce benessere digitale. quel numero indica una quota di minuti, spesso ore, destinate a nessuna attività se non scrollare, ripassare su post già visti, farsi venire la bile leggendo tweet di gente di cui non ci interessa nulla.

i social sono utili e ci tengono in contatto con la nostra rete di amici, internet è una fonte inesauribile di conoscenza ma c’è una dispersione di tempo incredibile e se voglio recuperarne un po’ per fare altro quello sarà il primo numero da cambiare.

il secondo viene fuori sempre dal primo. i minuti persi nel nulla oltre che essere reinvestiti direttamente in altre attività, possono essere fonte indiretta di altro recupero organizzando meglio il tempo della giornata. 24 ore sono tante ma se non gestite voleranno via nelle abitudini.

uno dei propositi per il 2021 è di leggere di più. più romanzi, saggi, articoli, biografie e anche ascoltare dei podcast. perché? perché mai come in questa fase sento il bisogno di saperne di più, di allungare lo sguardo. di arrivare altrove.

Il 2020 è stato importante perché mi ha fatto incontrare libri che mi hanno segnato e oggi sono un po’ – chissà quanto – diverso da prima. lo sono grazie a quelle parole.

ognuno di questi testi, con il suo ecosistema ha smosso qualcosa. manipolato e allargato come fosse pongo una struttura fino a prima diversa, i confini di un pensiero che, per me, è importante non si adagi mai su se stesso.

certo ci sono stati libri meno interessanti, altri trascurabili e se c’è una cosa che devo ancora imparare a fare – e che nel 2021 metterò in pratica – è abbandonare ciò che non vale la pena. è un atto forte ma come tutte le azioni va allenata.

un altro sarà scrivere di più. no, non sono impazzito. non mi è venuta voglia di diventare ciò che non sono ma dovrò scrivere per allenarmi, perché mi servirà per lavoro e quindi devo semplicemente farlo di più rispetto ad ora.

ci sono alcune cose da mettere in moto.

terzo ed ultimo proposito, esserci di più e per una persona introversa è forse, tra tutte, l’azione più sovversiva e difficile da fare. si tratta di far compiere uno sforzo a una parte del cervello che non vorrebbe proprio cedere. ma stiamo vivendo tempi difficili e privarsi delle persone, del confronto e del sostegno ravvicinato è cosa dura da sopportare.

la pandemia con le sue restrizioni ci ha costretti ad una socialità diversa, piatta, a 2 dimensioni, facendoci usare solo 2 sensi e mezzo. non so voi ma sono troppo vecchio per ridefinire anche il concetto di comunità. il mondo corre veloce e sarà compito dei millenial inseguire nuove forme aggregative, nuovi modi di comunicare e interagirsi.

io ho solo voglia di tornare a bere una birra seduto accanto alle persone che vorrei avere vicino, senza immaginarla come un’azione pericolosa.

questo dovrà essere il buon proposito di tutti quanti, far tornare normale quello che è sempre stato normale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...